VINI AURORA “La cantina”

FALERIO

falerio1
Vai alla scheda
Denominazione d’origine controllata
Viti allevate a Guyot.
Terreno: I vigneti sono impiantati in collina a circa 150 mslm, su un terreno di medio impasto argilloso, tendente al calcareo.
Descrizione: Vino bianco tipico della provincia di Ascoli Piceno. Colore giallo paglierino con riflessi verdi; al naso è intenso e abbastanza persistente, fruttato, floreale. Al gusto è secco, fresco, caldo, abbastanza morbido e persistente con l’acidità finale che ben deterge.
Uve bianche: Trebbiano, Passerina, Pecorino.
Fermentazione spontanea in acciaio inox, maturazione in bottiglia.
Abbinamento: Antipasti di pesce e carne, verdure e olive farcite, fritte ascolane; tutto pasto.
Metodo di produzione: Biologica e biodinamica.
Ente certificatore: CCPB.
Confezioni: Bottiglia bordolese tipo standard da 0,75 l, tappo sughero; confezioni in cartone ondulato da 12 bottiglie.
Etichetta: Rappresentazione prospettica dell’azienda da cui si innalza il mitologico carro dell’Aurora.

Offida Pecorino
Denominazione d’origine controllata e garantita

Viti allevate a Guyot.

Terreno: I vigneti sono impiantati in collina a circa 150 mslm, su un terreno di medio impasto argilloso, tendente al calcareo con venature sabbiose.

Descrizione: Vino bianco tipico della provincia di Ascoli Piceno: Il Pecorino. Matura nella prima metà di settembre quando gli zuccheri accumulati riescono a bilanciare l’elevata acidità tartarica. Fruttato al naso, con profumi molto freschi ed intensi che ricordano anche l’anice e la confettura di susine. All’assaggio dimostra una struttura piena ed equilibrata da una buona acidità; è senza dubbio sapido, di sostenuta alcolicità e lungamente persistente nel finale gustativo.

Uva bianca: Pecorino 100%

Fermentazione spontanea.

Affinamento: Il 30% fermentato e maturato in barriques, il resto in acciaio inox; 6 mesi in bottiglia.

Abbinamento: La notevole struttura lo accosta bene ai piatti di pesce con preparazioni saporite e speziate come il brodetto e il baccalà; ma anche a carni bianche e verdure alla griglia.

Metodo di produzione: Biologico e biodinamico.

Ente certificatore: CCPB

Confezioni: Bottiglia bordolese tipo europea da 0,75 l, tappo sughero rasobocca; confezioni in cartone ondulato da 6 bottiglie.

Etichetta: Rappresentazione dell’antico “Ballo del lupo”.

BARRICADIERO

barricadiero
Vai alla scheda

Offida Rosso

Denominazione di origine controllata e garantita

Viti allevate a cordone speronato

Terreno: I vigneti sono impiantati in collina a circa 150 mslm, su un terreno di medio impasto argilloso, tendente al calcareo.

Descrizione: Vino rosso da una particolare selezione di uve Montepulciano ben mature. Alla vista è rosso rubino carico, limpido; al naso è intenso e persistente, con sentori di frutta rossa matura e confetture di ciliegie, spezie, vaniglia e liquirizia. In bocca è secco, sapido, caldo e leggermente tannico.

Uve rosse: Montepulciano 100%.

Fermentazione spontanea in legno.

Affinamento: 24 mesi in barriques e botti di rovere; 6 mesi in bottiglia.

Abbinamento: Carni rosse alla griglia, formaggi stagionali, verdure grigliate ben condite.

Metodo di produzione: Biologica e biodinamica.

Ente certificatore: CCPB.

Confezioni: Bottiglia bordolese da 0,75 l, tappo sughero; confezioni in cartone ondulato da 6 bottiglie.

Etichetta: Rappresentazione popolare carnevalesca di Offida “Lu bove finte”.

ROSSO PICENO

rosso_piceno
Vai alla scheda

Denominazione d’origine protetta

Viti allevate a cordone speronato e a Guyot

Terreno: I vigneti sono impiantati in collina a circa 150 mslm, su un terreno di medio impasto argilloso, tendente al calcareo.

Descrizione: Colore rosso rubino, limpido. Odore intenso e abbastanza persistente, fruttato, con riconoscimenti di prugna e frutti di bosco. Al gusto è secco, abbastanza fresco, caldo, morbido e giustamente tannico.

Uve rosse: Montepulciano, Sangiovese, Cabernet S.

Fermentazione spontanea e maturazione in acciaio inox.

Metodo di produzione: Biologico e biodinamico.

Ente certificatore: CCPB.

Abbinamento: Vino da tutto pasto, giovane e fresco. Accompagna bene piatti di legumi, carni bianche, anche pesce azzurro al forno.

Confezioni: Bottiglia bordolese, tipo standard, da 0,75 l, tappo sughero rasobocca; confezioni in cartone ondulato da 12 bottiglie.

Etichetta: Rappresentazione popolare carnevalesca di Offida “Li Velurd”.

ROSSO PICENO SUPERIORE

rosso_piceno_sup
Vai alla scheda

Denominazione d’origine protetta

Viti allevate a cordone speronato

Terreno: I vigneti sono impiantati in collina a circa 150 mslm, su un terreno di medio impasto argilloso, tendente al calcareo.

Descrizione: Vino rosso di una ristretta area della provincia di Ascoli Piceno che prende la denominazione di “Superiore” dopo un anno di maturazione. Il colore rosso rubino carico e limpido; al naso ha profumi intensi di ciliegia e prugna, in bocca si ritrovano le note fruttate, un corpo concentrato e un bel finale pulito e persistente..

Uve rosse: Montepulciano, Sangiovese.

Affinamento: 24 mesi in botti di rovere da 30 hl, 6 mesi in bottiglia.

Metodo di produzione: Biologico e biodinamico.

Ente certificatore: CCPB.

Abbinamento: Sughi  ricchi, piatti di carne della tradizione marchigiana ben conditi, coniglio, pollo, formaggi di media stagionatura.

Confezioni: Bottiglia bordolese, tipo standard, da 0,75 l, tappo sughero; confezioni in cartone ondulato da 12 bottiglie.

Etichetta: Il Palazzo Comunale di Offida e la rappresentazione della tradizione popolare carnevalesca del “Lu bove finte”.

MARCHE ROSATO

Marche Rosato
Vai alla scheda

Viti allevate a cordone speronato

Terreno: Il vigneto è esposto a sud-ovest, il terreno è argilloso tendente al calcareo.

Descrizione: L’uva è stata diraspata e pressata. La fermentazione spontanea, in bianco cioè senza le bucce, e durata 20 giorni ad una temperatura di 22°, sono seguiti due travasi prima dell’imbottigliamento fatto il 14 luglio 2015.

Colore rosso corallino con riflessi cangianti rame e cerasuolo. Bello.

Uve rosse: Uva Morettone (Ciliegiolo) 100%,

Abbinamento: Come molti vini rosati ha un’affinità elettiva per la cucina vegetariana e si disimpegna egregiamente su croccanti fritture di pesce.

Etichetta: acquerello di FrancescoVagnoni “ Rosolaccio”